Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dall'11 aprile 2013

Informo che la pubblicazione di nuove interviste è al momento sospesa a causa del poco tempo a disposizione per seguire il blog come meriterebbe, mi dispiace...
Invito comunque gli utenti a navigare sulle pagine alla ricerca di interessanti interviste, ad esempio questa (postuma) a Mario Giacomelli.

Mi scuso per l'inconveniente con gli affezionati lettori e (spero) a presto!
Ricerca personalizzata

martedì 15 luglio 2008

Fotografi nel web #08: Maurizio Di Ciuccio

Pubblicato su Dentro al Replay il 11/02/2008




Maurizio Di Ciuccio: chi è?
Fotografo giornalista, iscritto all’albo dei giornalisti di Roma come fotoreporter e particolarmente propenso alla fotografia sportiva (Calcio in primis).
Seguo i campionati professionistici per la stampa nazionale ed estera e gestisco l’agenzia fotogiornalistica "Pressport".


Quando hai iniziato?
Ho iniziato circa cinque anni fa. Affascinato dall’era della foto digitale, mi sono avvicinato ad internet e lì ho scoperto quanto fosse piacevole condividere una passione con altre persone.
Sempre più mi accorgevo di quanto mi piacesse fotografare lo sport e così, poco alla volta, ne ho fatto una professione.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Fotografia sportiva a parte, amo molto fotografare gli animali nei loro habitat naturali. Appena possibile trascorro un po’ di tempo a stretto contatto con la natura e cerco di immortalare gli animali, anche i più comuni, in pose particolari e ravvicinate.

Hai fatto qualche corso di fotografia?
Ho letto diversi libri che trattavano di tecnica fotografica e ho seguito i consigli di tanti esperti fotografi, anche di vecchio stampo, conosciuti nella smisurata quantità di forum dediti alla fotografia presenti in internet.
Grazie a loro ho imparato le nozioni base da utilizzare e con un po’ di pazienza ho sperimentato sul campo ciò che credevo avessi capito.

Quali sono i fotografi del passato e del presente che più apprezzi?
Mi piacciono molto i reportage e tutte quelle foto attraverso le quali si possono rivivere i momenti del tempo che non c’è più… un Grande Cartier Bresson, per citarne uno... ma anche molti fotografi naturalisti e fotoreporter attuali di guerre e terzo mondo.

Che attrezzatura fotografica hai usato nel passato, e quale stai attualmente utilizzando?
Come già detto sono nato, dal punto di vista fotografico, sotto il segno del digitale... ho iniziato con compatte Nikon per poi passare alla reflex.
Attualmente, per tutto lo sport in genere, lavoro con macchine e obiettivi Canon che utilizzo anche per la fotografia naturalistica.

Qual è lo scatto al quale sei particolarmente legato?
Ho fatto una raccolta di foto di animali in un libro fotografico e lì, alcune di esse, mi piacciono in particolare… fra queste la foto del falco pescatore.


Quali sono i tuoi progetti attuali e quali quelli per il futuro?
Continuerò a seguire il calcio italiano cercando di consolidare la collaborazione con RCS (Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera) dove trovano spazio alcune mie foto e mi auguro di proseguire l’attività di fotoreporter con passione, sperando di incontrare una buona agenzia che garantisca un buon pubblicato senza dover sacrificare troppo la famiglia.
Mi sa che ho chiesto troppe cose tutte insieme! ;-)

Hai mai esposto le tue immagini in mostre fotografiche personali o collettive?
Si... in mostre collettive itineranti in italia e all’estero.

Hai mai avuto riconoscimenti in concorsi fotografici o pubblicazioni delle tue foto su libri o riviste?
Nel 2007 ho vinto un concorso Nazionale riguardo alla foto sportiva (CLIC ON SPORT 2007).
Nel 2006 sono arrivato terzo ad un concorso nazionale patrocinato dal Genio Fiorentino (SCATTI DIVINI) e sono stato segnalato sempre a concorsi FIAF per foto Naturalistica.


(alcune pubblicazioni sulla Gazzetta dello Sport)

Quanto tempo dedichi alla fotografia?
Purtroppo, a differenza di qualche anno fa, passo poco tempo sui siti fotografici e vado poco a far foto per strada...


Raccontaci uno o più episodi curiosi o simpatici durante una giornata passata a fotografare.

La prima volta che sono entrato allo stadio di Firenze, a lavorare per un quotidiano di Città.

Ero imbarazzatissimo… mi sentivo proprio un pesce fuor d’acqua… non ero ancora iscritto all’albo dei giornalisti e non ero un professionista ma mi avevano fatto entrare solo per fare un piacere al quotidiano che mi aveva inviato e dove stavo facendo pratica.

Ad un certo punto mi accorsi che il fotografo a fianco a me stava ascoltando i risultati delle altre partite… da buon tifoso viola chiesi che faceva la fiore… caz… stavo fotografando la partita della fiorentina...

Avrei voluto sprofondare due metri sottoterra… ehehehhe!


Quando rivedi i tuoi vecchi scatti cosa pensi?

Al tempo che è passato.

Dove sono pubblicate, sul web, le tue foto?
palloneinrete.it
www.usefilm.com/artist/maury

Un pensiero a chi si avvicina ora al mondo della fotografia.
Qualunque cosa, fatta con passione, diventa bella e aiuta a vivere meglio.








Fotografie: © Maurizio Di Ciuccio

Nessun commento:

Posta un commento