Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dall'11 aprile 2013

Informo che la pubblicazione di nuove interviste è al momento sospesa a causa del poco tempo a disposizione per seguire il blog come meriterebbe, mi dispiace...
Invito comunque gli utenti a navigare sulle pagine alla ricerca di interessanti interviste, ad esempio questa (postuma) a Mario Giacomelli.

Mi scuso per l'inconveniente con gli affezionati lettori e (spero) a presto!
Ricerca personalizzata

martedì 1 febbraio 2011

Fotografi nel web #144: Max Baj



Max Baj: chi è?
Un entusiasta in primis. :-) Poi un fotografo per passione poi diventata professione. Passione per l'arte e la creatività in genere direi... Infatti dipingo, quando ne ho ancora il tempo, sono illustratore, ex fumettista, grafico pubblicitario e musicista (www.crazystrings.it).

Quando hai iniziato a fotografare?
Difficile identificare un periodo, sicuramente da molto tempo... ricordo ancora le mie prime lastre per dagherrotipia a base di cloruro d'argento, qualcosa vorrà dire... :-) Scherzi a parte, ho cominciato seriamente con la mia Yashica a pellicola ai tempi antidiluviani dello IED, scuola che ho frequentato come illustratore a Torino e Milano. Poi via via verso la fotografia, il digitale, il Mac... ed ora eccomi qua, come tutti, a post-produrre quotidianamente quintali di file fotografici.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Sicuramente il ritratto col mio Nikon manuale F1,2. Poi mi piace fotografare ogni cosa che catturi la mia attenzione. Come dico sempre, "mi piace molto fotografare anche distrattamente".



Hai fatto qualche corso di fotografia?
Ufficialmente no. La cosa è nata e si è poi sviluppata segnatamente dalla passione personale...

Quali sono i fotografi del passato e del presente che più apprezzi?
Tutti e nessuno in particolare. Apprezzo chi sa "vedere le cose" che gli altri non vedono... Poi apprezzo la tecnica. Apprezzo anche chi se ne frega della tecnologia e dei pixel :-) Ormai essere un bravo fotografo equivale a possedere al collo l'ultima super tecnologica nata da Nikon, Canon o chi che sia. Questo rende un po' tristi. :-)

Che attrezzatura fotografica hai usato nel passato, e quale stai attualmente utilizzando?
Sempre Nikon, non disdegnando Canon che mi è capitato di usare.

Quali sono gli scatti ai quali sei particolarmente legato?
Sicuramente gli scatti "rubati" in stile "reportagistico" son quelli che mi catturano di più... in fondo, credo siano la vera motivazione della fotografia, raccontare. Adono anche il minimalismo come forma d'arte.





Quali sono i tuoi progetti attuali e quali quelli per il futuro?
Non lo so. Sono uno che cambia spesso. Ma senza mai cambiare. E' una cosa un po' contorta... Mi piace scoprire sempre nuovi argomenti che destino la mia attenzione.

Hai mai esposto le tue immagini in mostre fotografiche personali o collettive?
Si certo, è capitato.

Hai mai avuto riconoscimenti in concorsi fotografici o pubblicazioni delle tue foto su libri o riviste?
Si. Qualche soddisfazione me la sono presa... :-)

Quanto tempo dedichi alla fotografia?
Per lavoro, molte molte ore... quasi tutto il giorno. Per semplice passione, purtroppo poco...

Raccontaci qualche episodio curioso o simpatico legato alla tua esperienza.
Beh, ricordo quella volta che dopo aver scoperto la magia dello sviluppo chimico e dopo 48 ore continue in camera oscura non riuscivo più a tornare a casa annebbiato dagli acidi :-) sensazione comunque non completamente spiacevole... O quella volta (recente) dove per fare una foto in una posa da un'angolazione particolare ho messo a mollo in una piscina una nuovissima D200 che ha smesso di funzionare, per sempre... O quella volta che dovevo aprire uno studio con un collega che voleva pubblicizzare l'evento con delle uscite a tappeto sulle reti Fininvest... in TV, roba da matti, sorrido ancora... O quella volta che ho fotografato delle foto di paesaggi bellissimi (per la scuola) da una rivista facendoli passare per miei :-) tutto bene subito, ma mi son fregato... in una si leggeva ancora un pezzo di didascalia! O quella volta a casa dello sposo che ho cominciato a fotografare (per una bella mezz'ora abbondante) la persona sbagliata... il futuro sposo era ancora dal parrucchiere. O quella volta in Honduras inseguito da una banda di narcotrafficanti... questa l'ho inventata. :-) Ma mi fermo qua e vi risparmio le tonnellate di aneddoti legati ai matrimoni... se no facciamo notte!




Quando rivedi i tuoi vecchi scatti cosa pensi?
Son sempre stato critico con me stesso. Quindi difficilmente riguardo il mio vecchio lavoro, ma se dovessi farlo facilmente dalla mia bocca uscirebbe una frase del tipo: "ma guarda che schifezza..." a meno che non siano scatti legati ad un momento o situazione particolare che piacevolmente me lo facciano ricordare.

Dove sono pubblicate, sul web, le tue foto?
http://www.viu.it
http://www.flickr.com/photos/maxbaj/collections/

Un pensiero a chi si avvicina ora al mondo della fotografia.
Qualche scatto in analogico io prima imparerei a farlo... insegna a gustarsi gli scatti e a fare solo quelli buoni. Altra cosa, ragazzi stampate le vostre foto, non accontentatevi del monitor... la carta dà una percezione diversa.








Fotografie: © Max Baj

Vuoi concludere con un saluto o un ringraziamento?
Si. Un grazie ad una mia vecchia insegnante di figura disegnata... che ha indottrinato i miei pensieri a vedere le cose in maniera diversa :-) Un grazie a mio padre e alle giornate passate a guardarlo dipingere... mi ha insegnato a capire l'importanza della luce sulle cose... poi ricordo ancora il profumo ridondante dei colori ad olio e quello acre dell'olio di lino. Un grazie a mio cugino Alf che mi ha insegnato a capire cos'è e come ascoltare la musica... molti ricordi... senza di lui probabilmente non avrei cominciato a capire la chitarra, poi a suonarla.


Le interviste ai "Fotografi nel Web" sono una rubrica del blog: Dentro al Replay

2 commenti:

  1. Bravo Libero e bravo Max, due cari amici e due ottimi professionisti.
    Che i vostri successi crescano ogni giorno di più...
    Kidda

    RispondiElimina
  2. ....e chissà che un giorno l'intervista numero 1000 non sia proprio la mia??
    ancora kidda

    RispondiElimina