* * * COMUNICAZIONE DI SERVIZIO * * *

Informo che la pubblicazione di nuove interviste è al momento sospesa a causa del poco tempo a disposizione per seguire il blog come meriterebbe, mi dispiace...
Invito comunque gli utenti a navigare sulle pagine alla ricerca di interessanti interviste, ad esempio questa (postuma) a Mario Giacomelli.

Mi scuso per l'inconveniente con gli affezionati lettori e (spero) a presto!
Ricerca personalizzata

martedì 16 marzo 2010

Fotografi nel web #110: Valentina Perrone



Valentina Perrone: chi è?
Studentessa per dovere, fotografa per passione. Sono nata il 17 aprile del 1989 a Marino (Roma), ma vivo a Bologna, per gli studi, da 2 anni circa.
(foto del profilo: © Chiara Lana)

Quando hai iniziato a fotografare?
Ho iniziato per gioco che avevo circa 16 anni, facendo le foto a delle mie amiche, da quell'esperienza nacque il mio primo, e finora unico, calendario. Ma ricordo che fin da bambina giravo con a tracolla la macchina fotografica di Topolino, che all'epoca faceva... le bolle!

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Spazio tra generi diversi, usati come optional in mancanza di 'modelle' (trovate sempre tra amici e familiari). Prediligo comunque il ritratto, in tutte le sue forme, e il nudo, per quanto mi riesca.

Hai fatto qualche corso di fotografia?
Mai fatto corsi, ho imparato facendole e sto imparando tuttora. Da una parte grazie a mio padre, dall'altra grazie alle persone che mi seguono dal sito (MicroMosso), poi ancora leggendo un po' qua e là su manuali e forum.

Quali sono i fotografi del passato e del presente che più apprezzi?
Non saprei, non mi fisso su fotografi particolari, ma visitando mostre varie riesco a trarre spunto per i miei scatti. Nell'ultima mostra vista a Lucca, ad esempio, dedicata ad Avedon, ho capito che il fotografo alla fine può essere qualsiasi cosa, da 'giornalista' nella sua funzione di riportare e testimoniare la realtà, ad 'artista' con tanto di personalità complessa e bizzarra. In quest'ultimo caso, che poi è quello che interessa me, è fondamentale non aver paura di osare; i contrasti più stridenti, le idee più assurde, ciò che nella realtà è impossibile, nella fotografia possono prender vita. Da quell'ultima mostra ho capito questo, e ogni volta, messaggi del genere mi aiutano sia nel capire che nel comporre la fotografia.

Che attrezzatura fotografica hai usato nel passato, e quale stai attualmente utilizzando?
In passato tutte le Canon, usate e messe da parte da papà, ma adesso ho finalmente ottenuto la "mia" Canon 500D con il fedele 'cinquantino', che mi segue da quando ho intrapreso questo viaggio.

Quali sono gli scatti ai quali sei particolarmente legata?
Sicuramente sono molto legata a questa foto, perché è stata la prima che ho esposto, e che mi ha portato moltissima fortuna. Ricordo ancora cosa abbiamo combinato per realizzare quegli scatti, e sono dei gran bei ricordi...


E in secondo luogo questo scatto, perché erano ancora i miei primi giorni a Bologna, una città che mi ha dato e mi sta dando tuttora tantissimo, e che oggi, adoro letteralmente...


Quali sono i tuoi progetti attuali e quali quelli per il futuro?
Non ho progetti per ora, seguo il momento con gli stimoli che offre di volta in volta. Porto insieme sia gli studi, che la passione per la fotografia: prima o poi arriverò ad un bivio, per cui dovrò scegliere o l'una o l'altra. Paradossale e fantastico sarebbe dover ridurre gli studi ad una passione, e la fotografia ad un mestiere!!!!

Hai mai esposto le tue immagini in mostre fotografiche personali o collettive?
Presso le mostre organizzate da MicroMosso, a Lucca, grazie alle quali ho delle foto esposte anche presso il Museo Nazionale della Fotografia di Brescia.

Hai mai avuto riconoscimenti in concorsi fotografici o pubblicazioni delle tue foto su libri o riviste?
Recentemente è stata pubblicata una mia foto che ha partecipato ed è stata scelta con 'menzione speciale' per il concorso 'Colori e profumi d'Autunno', della rivista "Vivere la montagna".

Quanto tempo dedichi alla fotografia?
Non è molto. Non sono una di quelle che girano con la macchina sempre in mano... Forse perché preferisco il tipo di foto costruita e ricercata. E' anche vero, però, che quando il tempo e le occasioni permettono, e una nuova idea preme per uscire fuori, posso passare intere giornate dedicate solo ed esclusivamente alla fotografia.

Raccontaci un episodio curioso o simpatico legato alla tua esperienza.
In realtà ogni volta che faccio le foto alle 'mie modelle', che conosco bene in quanto amiche, etc. succede sempre qualcosa che crea ilarità. Una volta eravamo a fare foto in una strada chiusa, usata per le passeggiate domenicali o per sport; ad un certo punto un bambino si avvicina con fare sospetto e curioso e, guardandoci con occhioni spalancati, ci chiese se stessimo lavorando per qualche rivista importante o cose del genere...

Quando rivedi i tuoi vecchi scatti cosa pensi?
Penso... Ma perché l'ho fatta così? Quando? Dove? Il punto è che parto da un'idea di immagine e mi ritrovo ad ottenere tutt'altro.

Dove sono pubblicate, sul web, le tue foto?
Sul sito di MicroMosso, la mia pagina è questa:
http://www.micromosso.com/galleria/thumbnails.php?album=lastupby&uid=4

Un pensiero a chi si avvicina ora al mondo della fotografia.
Soprattutto divertiti! Poi, osa ed infine, non aver paura di mostrare la realtà come la vedi tu.







Fotografie: © Valentina Perrone

Vuoi concludere con un saluto o un ringraziamento?
Ringrazio tutti coloro, amici, familiari e non, per avermi incoraggiata e sostenuta...


Le interviste ai "Fotografi nel Web" sono una rubrica del blog: Dentro al Replay

2 commenti:

  1. brava Vale...leggo con piacere la tua spontaneità, simpatia e, perchè no, maturità....a presto
    Gio

    RispondiElimina